Editorial

Editorial #14 – Self-care every day, everywhere

Questa settimana ho messo il turbo nella cura di me stessa. Vivo a Milano, dove siamo stati ufficialmente dichiarati zona rossa e sono davvero stupita della mia reazione. Avrei immaginato di andare nel panico. Invece ho aperto la finestra, ho visto un magnifico sole e mi sono messa a scrivere di fronte a un po’ di aria fresca, una luce spettacolare e con un po’ di buona musica in sottofondo.

This week I put the turbo on my self-care. I live in Milan, where we are officially in the red zone, and I’m shocked by my reaction. I would have imagined getting panicked. However, I opened my window, I saw a beautiful sun, and I started writing in front of the fresh air, a spectacular light, and with good music in the background.

Ripensando a come è andata questa settimana, ho iniziato la mia cura dalla mia pelle. Rimandavo da troppo tempo il desiderio di chiedere consigli alle ragazze dell’Estetista Cinica. Ma ho pensato “Perché rimandare?” e l’ho fatto. Mi sono sentita subito meglio per aver messo i miei desideri al primo posto.

Thinking of this week, I started my self-care from my skin. I was postponing for too long the wish to ask for advice to Estetista Cinica‘s girls. But I thought, “Why to postpone?” and I did it. I felt better to have put my wishes first.

Anche con lo smartworking e le palestre chiuse, ho cercato di rimanere fedele alle mie routine per provare a vivere normalmente. Così i piccoli gesti mattutini e i rituali della sera mi hanno aiutato a tenere a freno la paura, l’ansia e a sentirmi bene con me stessa.

Even with smart working and gyms closed, I tried to stay consequent with my routines to try to live normally. So, the little morning and evening routines helped me a lot to stop fear, anxiety, and to feel good with myself.

Non posso nascondervi che mi è dispiaciuto infinitamente quando abbiamo deciso di cancellare la prenotazione per Parigi e rimandare il viaggio a un momento più opportuno. Già mi sognavo di passeggiare gustando il pan brioche più buono del mondo, ma credo che sia stata una scelta responsabile. Mi consolo guardando tantissimi video su Youtube, specialmente le beauty routine in aereo – mi fanno rilassare tantissimo. E leggendo tanto. Questo mi consola, perché almeno la mia mente può andare in posti bellissimi ogni volta che vuole.

I can’t hide you that I was so afraid when we decided to cancel bookings for Paris and postpone our trip to a better moment. I was already dreaming of a stroll tasting the best pan brioche in the world, but I think it was the most responsible choice. I console myself watching tons of Youtube videos, especially beauty routines on a plane – they relax me so well. And I’m reading a lot. That comforts me because at least my mind can go to beautiful places every time it wants.

Vi confesso che ci sono stati momenti nei quali avevo davvero bisogno di evadere e sentirmi libera. E non potendo viaggiare, prendere la macchina e scappare in qualche posto tranquillo, ho deciso di ricorrere alla migliore terapia che esista: lo shopping.

I confess to you that there were moments when I needed to escape and feel free. And since I can’t travel, or take the car and run away to some quiet place, I decided to resort to the best therapy in the world: shopping.

Photo by Priscilla Du Preez on Unsplash

Sono certa che questa situazione si risolverà presto, non vedo l’ora di poter riabbracciare la mia famiglia e organizzare i prossimi viaggi!

I’m sure this situation is going to solve soon, I can’t wait to be able to hug my family again and plan the next trips!

There are no comments

Join the conversation

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *