Editorial

#1 Milano

Quando abbiamo deciso di dedicare una settimana a una città, ho pensato che la prima della serie dovesse essere lei. Milano.

When we decided to dedicate a week to a city, I thought that the first one had to be her. Milano.

Mi ricordo perfettamente quando sono arrivata, era il 4 settembre 2012. Ho ancora il biglietto di quel viaggio di sola andata che prenotai con tanta angoscia e speranza. Quando arrivai qui mi resi conto di due cose. La prima: ero terrorizzata. La seconda: questa sarebbe stata la mia nuova casa.

I remember so well when I arrived here, it was September 4th, 2012. I’ve still the ticket of that one-way travel I reserved with so much stress and hope. When I was here, I realized two things. First one: I was petrified. Second one: this would have been my new home.

È passato tanto tempo prima che riuscissi a trovare una mia dimensione, una routine. Ma ciò che mi ha sorpreso di più è come una città così frenetica e grande mi abbia fatta sentire subito a casa, nonostante le difficoltà.

It’s been a long time before I could find my dimension, my routine. But what surprised me the most was how a city so chaotic, and big made me feel at home instantly, despite many difficulties.

Sarò sempre grata a Milano per avermi insegnato a inseguire i miei sogni con una tenacia che non credevo possibile, a esprimere me stessa in ogni forma possibile. Qui ho potuto essere una turista nella mia città, una studentessa, una lavoratrice, una fashion-addicted, una curiosa tester di trattamenti beauty.

I’ll always be grateful to Milano for teaching me to follow my dreams with a tenacity I couldn’t believe possible, and to express myself in every way possible. Here I could be a tourist in my own city, a student, a worker, a fashion-addicted, a curious tester of beauty treatments.

Ultimo ma non per importanza, Milano mi ha dato una cosa che non credevo di poter mai trovare in nessun posto. La libertà. La libertà di sentirmi me stessa e andarne fiera. La libertà di progettare nuove vite e crederle possibili. La libertà di poter cambiare, evolvere, rivoluzionare ogni volta che lo desidero.

Last but not least, Milano gave me something I didn’t believe in finding anywhere. Freedom. Freedom to feel me and be proud of. Freedom to plan new lives and believe them possible. Freedom to change, evolve, revolutionize anytime I wish.

There are no comments

Join the conversation

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *